#LaCanossanonsiferma #NoiStiamoInsieme

Gli occhiali speciali di Alessia: “Li ho inventati pensando a Michelangelo. Insegnano a guardare il mondo sempre in modo positivo”

Da un giorno all’altro tutto è cambiato, uscire di casa e vedere le strade vuote, non poter uscire e non poter incontrare persone a noi importanti. Penso che tutto ciò che facevamo prima, le azioni che ognuno di noi svolgeva le considerava come una cosa normale e comune; questa quarantena è stata utile per diversi aspetti, grazie a questa quarantena le persone cominceranno ad apprezzare di più le piccole cose, le cose che sembravano banali e noiose; perché ora pur di scendere un secondo di casa, andiamo a buttare la pattumiera mentre prima questo non sarebbe mai successo.

Io in questo periodo ho svolto molti compiti ma ne volevo citare uno. Questo compito consisteva nell’inventare, creare degli occhiali, ma non dei semplici occhiali. Degli occhiali personali, occhiali che rappresentassero come mi sentivo io in questo periodo. Diciamo che la creazione non è il mio forte ma ci avete mai pensato a creare un qualcosa che rappresentasse il proprio stato d’animo? Io ho cercato di creare un rapporto tra l’arte prendendo un esempio cioè la creazione di Adamo fatta da Michelangelo. Le mani che per me rappresentano la distanza che ognuno di noi vorrebbe abbattere ma che tutti cercano di rispettare per il bene nostro e anche quello altrui. Sono in bianco e nero perché penso che la distanza che noi stiamo vivendo la viviamo con negatività (quindi non a colori bensì il bianco e il nero). Tutto questo per dire di non vedere la quarantena solo come un pensiero e un qualcosa di negativo ma anche positivo e sopratutto di rispettare le regole.

Alessia Martina

#LACANOSSANONSIFERMA ALESSIA
#LACANOSSANONSIFERMA ALESSIA
#LACANOSSANONSIFERMA ALESSIA