#LaCanossanonsiferma #NoiStiamoInsieme

La bellezza e l’amore “ci salveranno”

La quarantena è iniziata con tanta tristezza, smarrimento e…perché no, rabbia! Rabbia perché ciò che amo mi era stato tolto improvvisamente…la vicinanza dei miei cari e…il mio lavoro! Il mio lavoro fatto di relazioni che si costruiscono, di sguardi che s’intrecciano, di mani che si toccano.

Già perché, come mi hanno insegnato, il lavoro educativo è fatto soprattutto di relazioni …ed ora? Sentivo che questo maledetto virus mi stava rubando le basi: le relazioni e il tempo! Ho trascorso giorni a sentirmi “derubata” del mio tempo prezioso fatto di programmi, progetti, sogni; delle mie relazioni fatte di bambini, ragazzi, familiari e colleghi.

Poi …quando mi sono resa conto che tutto questo non sarebbe durato solo “qualche settimana”, ho capito che doveva cambiare qualcosa dentro di me…lo sguardo su questa situazione! Sono stata aiutata dalla voce di un mio professore universitario che ha tenuto un webinar a dir poco illuminante! Mi ha aperto un nuovo sguardo sulla realtà! Ho deciso di ripartire da quello che ho e che posso valorizzare e ho capito che le due cose che mi “stavano salvando” da questa situazione assurda erano e sono due: L’AMORE E LA BELLEZZA.

L’amore mi avvolge in tante sfaccettature: nella fortuna di avere accanto un marito e nel sorriso con cui la mia bambina si sveglia ogni mattina; nello sguardo dei miei alunni che, anche dietro uno schermo continuano ad esserci e a farmi capire che la nostra relazione non è fatta solo di didattica, perché può attraversare il tempo e le distanze; nel sostegno dei miei colleghi con cui abbiamo costruito un team solidissimo che si re-inventa ogni giorno!

E poi che dire della bellezza? La bellezza della natura che è esplosa, nonostante tutto; di tutte quelle piccole grandi cose che ogni giorno davamo per scontate: saper creare qualcosa con le nostre mani, prenderci cura della nostra casa, scoprirci un po’ cuochi, riscoprire le nostre passioni…la mia quella per il canto e per la musica! E poi ancora, anche qui, la bellezza di un lavoro che ho scelto e fortemente desiderato e che fino ad oggi mi ha dato immense soddisfazioni! Già perché il lavoro educativo, getta semi e costruisce radici e anche quando sembra che tutto sia perduto, ciò che hai costruito torna forte e chiaro.. anche in mezzo alle tempeste!

Se come dice Marcel Proust “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere occhi nuovi”, allora vi auguro di avere nuovi occhi ogni giorno, per vedere la bellezza e l’amore, anche dietro tutti quegli schermi che oggi sono diventati il nostro strumento privilegiato di comunicazione!

Maestra Erica

 

#LACANOSSANONSIFERMA ERICA
#LACANOSSANONSIFERMA ERICA